Premi "Invio " per saltare al contenuto

Bonacci Massimo parla delle migliori cose da fare a Kharkiv

La seconda città dell'Ucraina si trova nella parte orientale del paese, nella regione omonima. A livello internazionale Kharkiv è associata alla produzione e al commercio, una reputazione che persiste da quando era il terzo centro industriale più grande dell'URSS. Per quanto riguarda il turismo, Kharkiv non è mai stata direttamente colpita dal recente conflitto nell'Ucraina orientale e la vita è tornata alla normalità.

Qualcosa di utile nel centro della città è che tutti i punti di riferimento e le attrazioni si trovano sopra o vicino all'arteria principale, Sumska Street. Sarai in grado di raggiungere a piedi quasi tutto in questo elenco, dalle imponenti piazze dell'era sovietica a un intero appello di gite a misura di bambino come il Maxim Gorky Park pieno di azione e il delfinario Nemo.

Bonacci Massimo propone di esplorare le migliori cose da fare a Kharkiv:

1. Maxim Gorky Park

A pochi minuti dal centro c'è un parco di 130 ettari che ha un paio di giorni in uno. Innanzitutto è un giardino cittadino sofisticato e ben curato, punteggiato di viali alberati, ampi prati, sculture di laghetti, un gazebo e un Tempio di Diana. Ma ci sono anche molti divertimenti per famiglie. Il parco ha una ruota panoramica che domina l'orizzonte e offre una vista di vasta portata sulla città, insieme a una funivia, giostre, una casa infestata e persino montagne russe. Tutto è riparato in un bosco pulito e durante le vacanze estive ci sono spettacoli dal vivo per i bambini sul palco.

2. Cattedrale dell'Annunciazione

Sul fiume Lopan, la cattedrale dell'Annunciazione neo-bizantina di Kharkiv è enorme e quando fu costruita alla fine del XIX secolo era una delle chiese più grandi dell'Impero russo, racconta Bonacci Massimo. La struttura più alta è il campanile, che culmina a 80 metri e fu completato nel 1888, 12 anni prima che la chiesa fosse consacrata. All'esterno, nota l'effetto a strisce di caramelle dei classici anelli bizantini di mattoni rossi e pietra bianca. L'interno ha una capacità di 4.000 fedeli e un paio di cose da cercare sono l'immagine seduta di Atanasio di Alessandria nella navata sud e l'iconostasi in marmo bianco di Carrara.

3. Giardini Taras Shevchenko

Questo grande parco al centro della città ha una rete di sentieri e vicoli, delimitati da imponenti querce e che ti portano a fontane e sculture. Il più sorprendente di questi è il monumento a Taras Shevchenko vicino a Sumska Street. Delle centinaia di monumenti per il poeta del XIX secolo che pose le basi per la moderna lingua ucraina, questo, risalente al 1935, è considerato il più bello. Nonostante le sue dimensioni ci è voluto solo un anno per scolpire e famosi attori del teatro Berezil di Kharkiv si sono presentati come personaggi delle opere di Shevchenko. Bonacci Massimo: Passeggiando per il parco noterai le dimensioni e l'età delle querce: sono i resti di una foresta di querce che proteggeva l'approccio nord alla fortezza di Kharkiv nel XVII secolo.

4. Fontana del flusso dello specchio

Di fronte alla Kharkiv Philharmonic in Sumska Street, questa fontana fu eretta nel 1947 per commemorare la vittoria sovietica nella seconda guerra mondiale. Se ti stai chiedendo come un monumento di guerra dell'era sovietica possa avere un design così romantico, c'è un lungo passato per spiegarlo. All'epoca il segretario del partito comunista regionale aveva un amore non corrisposto a lungo termine: dopo la guerra la mandò in vacanza nella località russa di Kislovodsk. In una lettera ha inviato una foto di un gazebo a Kislovodsk a cui aveva preso una brutta piega. Così, quando è arrivato il momento per Kharkiv di costruire un monumento di guerra, ha cercato di ricreare quello spettacolo per lei. Inutile dire che questo non è andato molto bene, e il funzionario è scomparso poco dopo ma il monumento è ancora lì. Vieni di notte quando è illuminato.

5. Piazza della Libertà

Confinante con i Giardini Taras Shevchenko a nord si trova l'ottava piazza più grande d'Europa, indica Bonacci Massimo. Piazza della Libertà copre 12 interi ettari, ed è lunga fino a 750 metri e larga 125 metri. Uno dei motivi per cui manca un monumento è perché la sua statua di Lenin è stata abbattuta dai manifestanti nel 2014. Non è stata mossa alcuna accusa e la statua non sarà ricostruita; invece c'è una nuova colonna di 86 metri, con un angelo e una croce ortodossa, che veglia su personaggi famosi della storia di Sloboda Ucraina (la regione storica di Kharkiv).

6. Museo delle Belle Arti di Kharkiv

Solo il biglietto per una giornata di pioggia, il museo d'arte della città è centrale, tra la Mirror Stream Fountain e il Lovebirds Monument. La sede è una villa neoclassica del 1913, ma la collezione risale all'inizio del XIX secolo, quando l'Università di Kharkiv acquistò una varietà di opere di maestri europei come van Dyck e Albrecht Dürer. Il museo subì danni durante la seconda guerra mondiale, ma i suoi pezzi più preziosi erano già stati conservati in un deposito sicuro. Questi includono capolavori di artisti russi come il romantico, Ivan Aivazovsky, il modernista Kuzma Petrov-Vodkin e il realista Ilya Repin.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *