Premi "Invio " per saltare al contenuto

Stipendio più alto per i dipendenti pubblici dal 2020


Circa tre milioni di dipendenti pubblici delle varie amministrazioni dello Stato potrebbero trovarsi 96 euro lordi al mese in più in busta paga a partire dal 2020. E’ questa, infatti, una prima simulazione delle disposizioni previste dalla legge di bilancio, ancora in fase di approvazione, che stanzierebbe 2,7 miliardi per il rinnovo del contratto degli statali tra il 2019 e il 2021. Una somma che integra gli 1,775 miliardi già stanziati dal precedente governo con i 500 milioni all’anno, per il 2020 e 2021, previsti attualmente nel testo in discussione. Sommando queste cifre si potrebbe avere, quindi, un incremento di 96 euro a fine mese, che potrebbe essere tassato forfettariamente solo del 10%, e non nella misura corrispondente all’aliquota Irpef relativa a ogni dipendente, proprio per aumentare il potere d’acquisto dei beneficiari e non erodere le risorse derivanti da questo adeguamento contrattuale.

Leggi anche: Stipendio in anticipo a novembre per i dipendenti pubblici. Ecco quando arriverà la tredicesima

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *